Ricerca Avanzata

€ 100 a € 1.500.000

Altre opzioni di ricerca
abbiamo trovato 0 risultati
I tuoi risultati di ricerca

Niente detrazione se la «prima casa» è affittata!

Pubblicato da Paola Candi sopra 5 Luglio 2019
| 0

Gli interessi passivi sul mutuo contratto per l’acquisto dell’abitazione principale danno diritto a una detrazione del 19% nel limite massimo di 4.000 euro (articolo 15 del Dpr 917/1986). Purché ci siano le seguenti condizioni: l’acquisto deve essere fatto entro l’anno precedente o successivo a quello di stipula del mutuo, l’immobile deve essere adibito ad abitazione principale entro un anno dall’acquisto.

Per abitazione principale si intende l’immobile in cui il contribuente (soggetto intestatario dell’immobile) e la sua famiglia hanno la residenza abituale. In sostanza, il proprietario dell’immobile e intestatario del mutuo deve avere la residenza nell’abitazione acquistata, pena la perdita del diritto a detrarre gli interessi passivi sul mutuo.

Pertanto, la locazione in atto – senza trasferimento della residenza – comporta il venir meno del diritto alla detrazione per i periodi di affitto a terzi dell’abitazione.

Si precisa che, nel caso di acquisto di immobile locato, la detrazione spetta se, entro tre mesi dall’acquisto, l’acquirente notifica al locatario l’atto di intimazione di licenza o di sfratto per finita locazione e se, entro un anno dal rilascio, l’immobile è adibito ad abitazione principale.

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Confronta gli elenchi